Di grande attrazione per gli appassionati di Kite Surf, Wind Surf e Vela è la Riserva Naturale dello Stagnone di Marsala che prende il nome dall’omonima laguna, nonchè arcipelago il cui fulcro è la piccola isola di Mothia circondata da altre 3 isole( Schola, Santa Maria e Isola Lunga).

Kite surfing nella Riserva

Kite surfing nella Riserva

Crocevia del Mediterraneo, traccia indelebile di civiltà antichissime, meta e attrazione turistica, definita e visitata continuamente da storici, artisti e personaggi illustri, uno dei luoghi più importanti al mondo che contribuisce con le sue isole a dare luce al territorio marsalese.

Uno spettacolo naturale che cattura tutti, dai passanti residenti a persone che arrivano puntualmente dall’altro capo del mondo, un miracolo vero e proprio.

Lo Stagnone è una laguna diventata riserva naturale perchè habitat ideale di riproduzione e di ristoro per tantissime specie animali, tra queste i fenicotteri rosa che sempre più spesso e in gruppi più numerosi, scelgono lo Stagnone ed in particolare l’Isola Lunga come luogo di riposo.

 

L’Isola Lunga è raggiungibile a piedi dal promontorio della contrada Birgi, esattamente dall’antica torre spagnola di avvistamento nella zona balneare di San Teodoro.  Sull’isola è presente, oltre a una varietà di saline e mulini tipici della zona.

Da diversi anni il litorale occidentale di Marsala che comprende lo Stagnone, è diventato il luogo d’incontro per eccellenza degli amanti del kite surf e degli sport acquatici in generale; sono tantissimi gli sportivi provenienti da ogni parte del pianeta per esercitare questo sport sfruttando al meglio il vento e le onde.
Di conseguenza sono sorte diverse scuole di Surf, Kite Surf, Wind Surf  e Vela.

E’ nato così il turismo del vento che, in Sicilia oltre alle tappe di Pozzitello (Campobello di Mazara) e Capo Feto-Tonnarella(Mazara del Vallo), vanta in prima posizione la Riserva Naturale dello Stagnone, proprio per le sue singolari caratteristiche naturali.

Vola low-cost e atterra a Marsala (Aeroporto di Trapani-Birgi “Vincenzo Florio”)